Le 9 Migliori Barriere Coralline Dei Caraibi Per Fare Immersioni Subacquee
Agosto 21, 2020
12 Livelli di Certificazioni Subacquee da Principianti a Professionali
Agosto 27, 2020
Show all

3 Segreti del Controllo di Galleggiabilità per Immergersi come un Subacqueo Esperto.

relitto di controllo dell'assetto

Il controllo di galleggiabilità è una abilità fondamentale per divertirsi e fare immersioni in tutta sicurezza. Tuttavia, raggiungere un alto livello di controllo è piuttosto complicato, specialmente per subacquei meno avanzati.

Per questa ragione, Victor Cordoba, Direttore delle Risorse Umane presso Dressel Divers, ci aiuterà a migliorare il nostro controllo di galleggiabilità. Con oltre 6000 immersioni registrate, è un PADI Course Director e IANTD Instructor Trainer specializzato in immersioni in grotta, Trimix e Rebreather. In questo post condividerà con noi tre segreti in modo tale che anche voi possiate controllare la vostra galleggiabilità come fa lui. Vediamoli.

Attrezzatura subacquea, la sua quantità, la zavorra e la sua distribuzione sono chiave per il controllo di galleggiabilità. Per questa ragione coloro che sanno gestire la propria galleggiabilità sono capaci di:

  • calcolare precisamente quanta zavorra è necessaria (la quantità esatta, non di più ne di meno).
  • sapere dove conviene posizionare la zavorra.
  • Respirare correttamente.

Troppa Zavorra. Questo È L’errore Che Ogni Subacqueo Dovrebbe Evitare Per Un Controllo Di Galleggiabilità Ottimale

relitto di controllo dell'assetto

Uno degli errori più comuni nella subacquea è avere addosso più zavorra del necessario. A volte è un errore involontario, altre, qualcuno pensa che renda più facile l’immersione. -”Se abbiamo troppi pesi, potremo sempre gonfiare il GAV”- Dicono alcuni. Sbagliato! La verità è completamente differente. L’eccesso di pesi obbliga ad introdurre più aria nel GAV che porta ad una esposizione maggiore ai cambi di pressione.

Facciamo chiarezza! Un subacqueo propriamente zavorrato mantiene la sua galleggiabilità semplicemente “giocando” con i propri polmoni. La variazione di galleggiabilità di questo subacqueo sono volontarie e controllate. Tuttavia, molto di noi hanno visto subacquei che soffrono di improvvise variazioni di galleggiabilità. Ora su, ora giù, come uno yo-yo.

Generalmente il problema principale è che sono zavorrati esageratamente, per questo aggiungono molta aria nel GAV. Come già saprete, in relazione alla variazione di pressione, l’aria nel vostro GAV si espande o si comprime. Questo fenomeno produce variazioni nella galleggiabilità che questi subacquei non sono capaci di gestire ed evitare in autonomia. La chiave è calcolare correttamente il numero di Kilogrammi (Kg) o Libbre (Lb) di zavorra per poter controllare la galleggiabilità durante una immersione.

Controllo Di Galleggiabilità O Come Sapere Di Quanti Kg o Lb Ho Bisogno

Per calcolare la quantità di zavorra necessaria dovrete tenere in mente quegli elementi che possiedono galleggiabilità positiva, negativa ed equilibrarli. Gli elementi a galleggiabilità positiva sono quelli che ci permettono di galleggiare e ritornare verso la superficie, per cui dobbiamo aggiungere zavorra per bilanciarli e poter fare immersioni. Le componenti negative ci permettono di discendere, quindi sottraggono peso dal calcolo totale. In altre parole:

Peso della Zavorra = corpo umano + neoprene – attrezzatura

Elementi Positivi nella Galleggiabilità 

Il semplice corpo umano ha una densità approssimativa di 0.95 Kg/lt, per questo galleggia leggermente. Abbiamo bisogno di circa il 5% del nostro peso come zavorra per compensare la nostra innata galleggiabilità. Per sapere di quanti pesi avete bisogno useremo questa formula. (il tuo peso x 5)/100

Le mute di Neoprene sono positive per la presenza di micro bolle di aria intrappolate nel materiale. Detto ciò una persona di 80 Kg con una muta ha bisogno di:

 

+ 3.3 lb / 1.5 Kg se indossa una muta da 3 mm

+ 5.5 lb / 2.5 Kg se indossa una muta da 5 mm

+ 7.7 lb / 3.5 Kg se indossa una muta da 7 mm

Elementi Negativi nella Galleggiabilità

Le bombole da immersione hanno galleggiabilità negativa, ma dipendendo dal loro peso potranno influenzare la zavorra in diverse maniere. Per questo dobbiamo ridurre le Lb o Kg a seconda del peso e della densità della bombola che utilizzeremo.

Una bombola di aria da 85 cu.ft / 12 Lt e un peso di 31 Lb / 14 Kg. Sottraiamo  – 4.4 lb / – 2 kg

Erogatore. Sottraiamo – 2.2 lb / 1 Kg.

C’è da tenere in considerazione che alcune bombole pesano fino a 35.5 lb /16 Kg. In questo casi potremo utilizzare meno zavorra. Queste informazioni si trovano sul collo delle bombole. In oltre, nella scelta delle bombole c’è da tenere in mente che le bombole di alluminio sono più positive rispetto a quelle di acciaio. E non dobbiamo dimenticare il GAV che dipendendo dalla tipologia può essere più o meno pesante e di conseguenza avremo bisogno di più o meno zavorra.

Per essere precisi nel calcolare la zavorra corretta, alla fine delle immersioni (quando la bombola è vicina a 435 psi / 30 bar) effettuate un test. Se a 16 ft / 5 m di profondità, con tutta l’attrezzatura al suo posto, e con il GAV vuoto, dovreste mantenere una galleggiabilità neutra con facilità. Se così è congratulazioni. Se invece ascendete o discendete involontariamente dovrete aumentare o ridurre la zavorra.

relitto di controllo dell'assetto

Distribuzione Dei Pesi. Il Secondo Elemento Chiave Per Migliorare La Galleggiabilità

Come sanno tutti, mantenere una posizione orizzontale è la migliore opzione per un subacqueo, per avere meno resistenza all’avanzare. La distribuzione corretta e bilanciata ci permette di mantenere questa posizione facilmente.

relitto di controllo dell'assetto

Immaginiamo che il corpo umano sia un dondolo. Nell’acqua il baricentro del dondolo è localizzato circa 2.75 pollici / 7 cm sotto lo sterno e tra 3.95 polloci / 10 cm e 5.90 pollici / 15 cm sotto l’ombelico.

Come sappiamo, la galleggiabilità positiva è dovuta al corpo e alla muta di neoprene. Entrambi sono distribuiti lungo tutto il corpo. Tuttavia elementi negativi come la bombola e la zavorra, sono concentrati in zone specifiche.

relitto di controllo dell'assetto

Il Peso della bombola è concentrato su un punto sopra il baricentro. Posizionando la zavorra a livello della vita, possiamo bilanciare il peso della bombola e mantenere una posizione orizzontale con pochissima aria nel GAV. Se abbiamo la giusta quantità di pesi eviteremo la sensazione di testa e spalle che cadono giù. Se no sembreremmo il personaggio in figura 3.

Al contrario, se il subacqueo ha pesi in eccesso, dovrà muovere le pinne in continuazione per mantenere le gambe in alto e una posizione orizzontale. Il risultato sarà un aumento del consumo di aria e una diminuzione del comfort. L’eccesso di zavorra ha in oltre conseguenze su altri subacquei e per l’ambiente. A causa della pinneggiata verso il basso, si rischia di alzare sedimento, la qual cosa riduce la visibilità per tutti i subacquei e può anche danneggiare il fondo marino e i coralli stessi.

Respirare Mantiene Sotto Controllo La Tua Galleggiabilità
relitto di controllo dell'assetto

Il terzo elemento chiave della galleggiabilità non è altro che la respirazione. Grazie a questo raggiungerete un controllo maggiore di questa abilità. Riempiendo i vostri polmoni con aria e svuotandoli possiamo salire e scendere nella colonna d’acqua. In questo modo utilizziamo i polmoni come GAV naturale. Quando si espandono o si contraggono modificano la nostra galleggiabilità come una zavorra, circa 1 Kg. Se esageriamo la respirazione possiamo modificare la galleggiabilità fino 5 o 6 Kg, per questo è estremamente importante controllare la respirazione per controllare la galleggiabilità.

Si, il controllo della galleggiabilità richiede respirazioni lente e profonde. Ricordiamo che in questa maniera, i subacquei riducono il rischio di narcosi, malattie da decompressione e tossicità dell’ossigeno.

Dressel Divers vi può aiutare a migliorare la vostra galleggiabilità. Non potremmo non terminare questo articolo senza offrirvi il nostro aiuto per migliorare la vostra galleggiabilità. Può essere che è passato molto tempo dalla vostra ultima immersione, magari avete  cambiato la vostra attrezzatura recentemente o semplicemente volete migliorare le vostre abilità subacquee. Se vi trovate in una di queste situazioni, vi aiuteremo a migliorare la vostra galleggiabilità con il corso PADI “Peak Performance Buoyancy”. Contattateci per maggiori informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *